CASERMA - Vigili del Fuoco Volontari Chivasso

Vai ai contenuti

Menu principale:

CASERMA

DISTACCAMENTO

CHIVASSO. ULTIMATA ANCHE L'ANNESSA CENTRALE DI PROTEZIONE CIVILE

Vigili del fuoco. E' operativa la nuova caserma

Dono di Specchio dei Tempi e Tg5-Mediaset. Ieri mattina il primo intervento dei volontari
di Angelo Conti
Da La Stampa del 31 maggio 2005

La prima autobotte è uscita ieri mattina alle 9,30, a sirene spiegate. La nuova caserma dei vigili del fuoco volontari di Chivasso era da pochi minuti pienamente operativa. Dono della Fondazione La Stampa- Specchio dei Tempi e del Tg5-Mediaset, costituiva uno dei "punti fermi" dell'intervento iniziato subito dopo l'alluvione del 2000 con i fondi della sottoscrizione "Un aiuto per il Nord-Ovest".

Ora veglia su tutti i comuni del Chivassese, un bacino di circa 50.000 persone. I quaranta vigili del fuoco volontari di Chivasso hanno così potuto lasciare la vecchia, ormai inadeguata sede nel Palazzo Municipale. D'ora in poi saranno dislocati in una struttura realizzata con criteri e tecnologie d'avanguardia.
La caserma, ad esempio, è completamente autonoma sotto il profilo dell'energia potendo disporre di un impianto fotovoltaico (il più grande installato in Piemonte da un ente privato con 132 pannelli piazzati sul tetto e capaci di produrre sino a 15 kilowatt/ora) e di un potente gruppo elettrogeno a combustibile liquido.

Con l'utilizzo di tecniche multimediali è inoltre possibile il monitoraggio del torrente Orco e del fiume Po. "Soprattutto l'Orco è un corso d'acqua da tenere costantemente sott'occhio - ha spiegato il capo distaccamento Pier Mario Rosolen -, ma ora possiamo contare sui rilevamenti in tempo reale effettuati a Cuorgnè. Sono dati che ci consentiranno di conoscere con tre ore di vantaggio l'entità di tutte le future piene. Un margine che ci permetterà un certo numero di interventi di emergenza".
Artefice della realizzazione della struttura è l'architetto Camillo Vaj, presidente del Circolo Santa Barbara, che l'ha ottenuta in comodato d'uso dal Comune per 99 anni: "Con l'inizio dell'operatività abbiamo raggiunto una tappa importante. Il fatto che la caserma ed il polo della protezione civile (circa 1700 metri quadrati complessivi, realizzati con i fondi raccolti da La Stampa e Canale 5 e con un contributo di Regione, Provincia e Comune di Chivasso), si trovino fra la caserma dei carabinieri e la sede della Croce Rossa hanno fatto sì che venisse creata un'area strategica, capace di affrontare qualsiasi emergenza anche attraverso un coordinamento che, stante la vicinanza fisica, sarà certamente più facile".



Gruppo elettrogeno a combustibile liquido

Torna ai contenuti | Torna al menu